WORLD MAP HRFTImmaginate di dover parlare di Diritti Umani a tutta la gente del mondo e, per farlo, di percorrere il pianeta in più tappe, fermandovi ogni giorno in una Nazione diversa, scegliendo un linguaggio che tutti possano comprendere, indipendentemente dalle lingue di questi Paesi, per descrivere i 30 articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

È quello che hanno deciso di fare i rappresentanti del Ministero degli Affari Esteri della Svizzera progettando questo Human Rights Film Tour, per ricordare a tutto il mondo che esiste una “Carta”, un po’ troppo maltrattata, che da 70 anni afferma che gli esseri umani hanno tutti gli stessi diritti e che esiste un linguaggio potentissimo, il Cinema, ideale per esprimere in pochi minuti concetti complessi, in maniera chiara e senza ambiguità.

animazioneLa Dichiarazione Universale dei Diritti Umani è un documento scritto e firmato da quasi tutti gli Stati del Mondo che vide la luce il 10 dicembre 1948, all’indomani del terribile conflitto mondiale che aveva devastato il pianeta. Le Nazioni Unite, appena costituite, furono ritenute il riferimento internazionale in grado di far rispettare quei 30 semplici articoli.

A rileggerla oggi, la Dichiarazione appare ancora vera ed attuale, ma troppo spesso disattesa, aggirata, ignorata,  un po’ come accade alla Costituzione Italiana che tutti ammirano e citano, ma pochi conoscono veramente e sanno difendere. Per questo va raccontata ai giovani che non l’hanno mai studiata e a chi, invece, l’ha dimenticata, perché tutti imparino a difenderla e a rivendicarne i principi.

Hanno fatto bene gli Svizzeri a rendere omaggio alla memoria di questa Carta, a cogliere l’occasione del suo anniversario per ribadire che gli esseri umani hanno tutti gli stessi diritti e a scegliere il Cinema per gridare più forte la parola “uguaglianza”.

Noi del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli siamo onorati che il Governo Svizzero e le Nazioni Unite abbiano accettato di celebrare nella nostra Città la tappa italiana dello Human Rights Film Tour e, insieme con il Comune di Napoli e l’Università Federico II, abbiamo attivamente contribuito a organizzare una giornata di lavori e di riflessione, a partire dalla proiezione di un bel film, raccogliendo le opinioni di tanti altri soggetti attivi Mercoledì 16 maggio 2018 siete tutte/i invitate/i nell’aula Pessina della Università di Napoli Federico II,della nostra comunità.

Con momenti come questo, si realizza il nostro impegno di rendere Napoli Capitale dei Diritti Umani attraverso il Cinema.

Mercoledì 16 maggio 2018 siete tutte/i invitate/i nell’aula Pessina della Università di Napoli Federico II, dalle ore 9.00 in poi, in corso Umberto I 40 e poi, dalle ore 15.00, nella Sala del Capitolo del Complesso monumentale di San Domenico Maggiore dove proietteremo, in entrambe le sessioni, “Sonita”, un film di Rokhsareh Ghaem Maghami che parla di matrimoni forzati e ne discuteremo con i presenti e con diversi esperti. Per capire cosa vuol dire concretamente difendere i Diritti dei minori, delle donne, di tutti.

Consultate il programma e poi venite a trascorrere con noi una giornata straordinaria a Napoli, Capitale dei Diritti Umani.

Programma 16 maggio 2018 (30 download)

Vi aspettiamo.

Gli organizzatori del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli

70_Years_LOGO

Evento organizzato in collaborazione con:

loghi-cinenapolidiritti2