Come da tradizione il Festival non parla solo di Diritti Umani ma incontra anche la Musica.

Questo fine settimana saranno ospiti del X Festival dei Diritti Umani di Napoli al Teatro Piazza Forcella due importanti esponenti della musica prodotta a Napoli.

CaponeSabato 1 dicembre ascolteremo alle ore 21.00 una performance musicale partecipata di Maurizio Capone.
Capone è l’uomo animale forgiato dai principi di uguaglianza, antirazzismo e condivisione post sessantottini, naturalmente predisposto all’anarchia, alla matematica e alla fisica.
Un musicista che ha trasformato i suoi ideali in musica, che attraverso i suoi testi racconta le storie del mondo partendo dal basso, con l’autorevolezza di chi riesce a trasformare la spazzatura in eccellenti strumenti musicali. Sotto il cappello della musica è riuscito ad esprimere il contatto con la natura e i suoi strumenti ne sono l’esempio.

MaldestroDomenica 1 Dicembre alle ore 20.00 sentiremo la performance musicale di Maldestro.
Maldestro è il nome d’arte di Antonio Prestieri, giovane musicista e cantautore napoletano nato nel quartiere di Scampia e protagonista di una storia di riscatto morale.
Un esempio di come, anche da un quartiere difficile come quello di Scampia “dove la pioggia lava il sangue dalle mura”, possa nascere un talento artistico.