X FESTIVAL DEL CINEMA DEI DIRITTI UMANI DI NAPOLI
BANDO DI CONCORSO 2018

Art. 1 – Premessa

La Decima Edizione del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli intitolata “Lotte, conflitti, diritti – 70 anni di  Resistenze Umane” si svolgerà nel mese di novembre 2018  nell’area urbana della Città di Napoli. Il Festival è organizzato dal suo Direttivo, composto da esperti e membri di associazioni che sostengono la manifestazione sin dalla sua fondazione, nel 2008, prima fra tutte l’Associazione culturale “Cinema e Diritti”, che ha fondato il Festival e ne cura il coordinamento, la promozione e la direzione artistica.

Art. 2 – Obiettivi e sezioni del concorso

Il presente bando di concorso è rivolto agli autori di opere audiovisive che vorranno concorrere all’assegnazione dei premi per le categorie previste dal Concorso.

Una commissione espressa dal Direttivo del Festival opererà la prima selezione, scegliendo i lavori che saranno proiettati e sottoposti alle Giurie, che stabiliranno i vincitori per ogni categoria e le menzioni da assegnare.

Le opere ammesse, di tipo documentario, fiction e animazione, descriveranno aspetti della realtà attuale, con uno sguardo rivolto alle questioni sociali/culturali/economiche/ambientali che la globalizzazione e la crisi dei modelli di sviluppo tradizionali hanno posto in maniera ineludibile all’attenzione della comunità mondiale ed anche a tutte le possibili soluzioni, buone pratiche e forme di resistenza al degrado civile che comunità, associazioni e cittadini sperimentano quotidianamente.

Particolarmente gradite saranno le opere che racconteranno casi reali di denuncia o resistenze umane, singole o collettive, che si oppongono a minacce, abusi, violenze, dittature e aggressioni contro persone appartenenti a minoranze etniche o culturali o a gruppi sociali deboli.

Il X Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli si articola in quattro sezioni di concorso:

A) HUMAN RIGHTS DOC, aperta a opere della durata superiore a 52 minuti

B) HUMAN RIGHTS SHORT, aperta a cortometraggi di durata inferiore o uguale a 52 minuti

C) HUMAN RIGHTS ANIMATION, aperta a opere di animazione

D) HUMAN RIGHTS KIDS, aperta a opere indirizzate a un pubblico di 0- 14 anni

Art. 3 – Iscrizione al concorso

L’iscrizione al bando comporta l’esplicita accettazione del presente regolamento e avviene attraverso la piattaforma FILMFREEWAY.COM. L’iscrizione di ciascun film prevede il versamento di una quota simbolica di DIECI dollari/9 Euro. Al momento dell’iscrizione del film andranno caricati sulla piattaforma FILMFREEWAY:

  1. film integrale con sottotitoli in italiano o in inglese;
  2. dichiarazione/liberatoria scaricata dal sito cinenapolidiritti.it e debitamente firmata;
  3. trailer dell’opera (della durata massima di 1 min.);
  4. scheda tecnica completa, sinossi, con note di regia e un’opportuna documentazione informativa;
  5. il curriculum e la filmografia dell’autore/autrice;
  6. una foto dell’autore/autrice e due foto dell’opera, in formato jpg o png ad alta risoluzione;
  7. regolamento del bando di concorso firmato dall’autore per accettazione;
  8. i riferimenti sicuri per contatti postali, e-mail e telefonici dell’autore/autrice e/o del responsabile della candidatura.

Gli Autori e/o Produttori, in una dichiarazione/liberatoria nei confronti del Festival, disponibile sul sito www.cinenapolidiritti.it al link http://www.cinenapolidiritti.it/web/download/8263/, da firmare e inviare in formato pdf o jpeg, si assumono la piena responsabilità in ordine ai contenuti delle proprie opere e dichiarano di avere espletato tutte le formalità relative ai diritti di proprietà dell’opera e di avere adempiuto ogni obbligo nei confronti di terzi derivante da diritti d’autore.

Tutta la documentazione dovrà essere prodotta in italiano o in inglese.

(Per info e-mail: competition@cinenapolidiritti.it)

Art. 4 – Termini, condizioni del concorso e fase di selezione

Alle quattro sezioni del concorso saranno ammesse le opere di autori/autrici regolarmente consegnate ENTRO E NON OLTRE IL 31 luglio 2018, prodotte a partire dal 1 dicembre 2016, che trattano aspetti relativi agli argomenti indicati nel quadro dell’art. 2 “Obiettivi e sezioni del concorso”.

I documentari e i cortometraggi saranno visionati e selezionati da una commissione composta da esperti indicati dal Direttivo che cura la realizzazione del Festival. Le opere selezionate per il X Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli saranno programmate e proiettate, con opportuna pubblicità e promozione, previa comunicazione agli autori.

Ogni autore/autrice può inviare più lavori ma potrà poi partecipare al concorso con una sola opera selezionata per ogni sezione di concorso, a discrezione della Commissione che cura la selezione.

Non possono partecipare opere prodotte o patrocinate da imprese commerciali che risultino essere, per contenuto, veicolo di pubblicità.

I risultati della selezione saranno comunicati via e-mail ai candidati e pubblicati sul sito http://cinenapolidiritti.it/web entro il 10 ottobre 2018. Qualora nessuna opera abbia superato i minimi requisiti per l’ammissione, l’organizzazione si riserva di cancellare dal programma del Festival la/le sezione/i riguardanti il concorso.

Gli autori delle opere selezionate saranno contattati in tempo utile per inviare il film nel supporto necessario alla proiezione.

Gli autori delle opere selezionate dovranno fornire (se non già presenti) i sottotitoli in italiano dei film entro il 31 ottobre 2018 pena l’esclusione dal concorso.

Art. 5 – Esiti del concorso e premi

Le opere ammesse alla selezione ufficiale della X edizione del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli saranno definitivamente valutate da Giurie di Esperti composte da un massimo di 5 membri scelti fra registi, giornalisti, esperti di cinema e personalità del mondo della cultura e dei Diritti Umani. La scelta dei membri della Giuria sarà resa pubblica attraverso diversi canali di comunicazione (stampa, media internet, radio…) e sul sito http://cinenapolidiritti.it/web.

Le Giurie assegneranno, per ognuna delle quattro sezioni competitive, un Premio alle opere che saranno ritenute vincitrici.

Inoltre il Comitato Interno di selezione provvederà all’assegnazione di una Menzione Speciale intitolata alla memoria di Vittorio Arrigoni e Juliano Mer Khamis all’opera che, con coraggio, passione e indipendenza, porterà alla luce situazioni e storie marginali capaci di delineare inconsueti spazi di lotta per un moderno attivismo civile, eventualmente anche attraverso l’utilizzo di modalità comunicative e forme di linguaggio sperimentali.

Sarà formata, in collaborazione con i principali media e con i partner del Festival (università, scuole, associazioni, organizzazioni etc.), una Giuria Popolare con il compito di assegnare una Menzione Speciale a un’opera fra quelle in concorso nelle quattro sezioni ufficiali.

Infine sarà costituita una Giuria Giovani tra gli studenti delle scuole partner del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli con il compito di assegnare una Menzione Speciale a uno dei film in concorso nella sezione Human Rights Kids.

I film vincitori delle sezioni “Human Rights Doc” e “Human Rights Short” saranno premiati con la partecipazione anche fuori concorso a uno dei Festival della rete “Human Rights Film Network” e con un premio in denaro di 500 euro, allo scopo di contribuire alla diffusione delle opere in alcuni dei contesti maggiormente qualificati del Cinema dei Diritti Umani.

Al film vincitore della sezione Human Rights Animation sarà offerta la diffusione nell’ambito della Human Rights Film Network e nella rete dei Festival del Caffè Sospeso, previa presentazione da parte degli autori di idonee copie provviste di sottotitoli in inglese, nonché nei circuiti cinematografici e di attivismo del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli.

Ai film vincitori e ai film che riceveranno la Menzione Speciale Arrigoni-Mer Khamis e la Menzione della Giuria Popolare, sarà offerta la diffusione nell’ambito della Human Rights Film Network e nella rete dei Festival del Caffè Sospeso, previa presentazione da parte degli autori di idonee copie provviste di sottotitoli in inglese, nonché nei circuiti cinematografici e di attivismo del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli.

Art. 6 – Proiezioni fuori concorso

La commissione di esperti potrà individuare opere da proiettare fuori concorso in contesti particolari come Carceri, Istituti scolastici, Università e altri centri di aggregazione culturale durante la X edizione del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli, nell’ambito di eventi speciali volti a formare il pubblico e a promuovere e diffondere la cultura cinematografica e audiovisiva sui diritti umani.

Art. 7 – Il Festival diffuso

Gli autori delle opere selezionate nelle sezioni di concorso autorizzano il Festival a proiettare i loro film, durante le giornate del Festival, anche in altri luoghi della città come associazioni, esercizi commerciali, centri di aggregazione ecc, per l’organizzazione di dibattiti e incontri con gli autori.

Art. 8 – Clausole

Gli autori e i produttori autorizzano implicitamente, all’atto dell’iscrizione, l’uso e la diffusione di 90 secondi della propria opera per la promozione del Festival. L’ammissione al Festival implica la cessione, senza controparte, dei diritti di riproduzione di fotografia o di estratti del film per una durata massima di 3 minuti, destinati alla promozione del Festival presso stampa, televisione, Web.

Con l’iscrizione al Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli ogni singolo autore, produttore o distributore, risponderà del contenuto delle opere inviate, dichiarando di aver assolto tutti i diritti d’autore verso terzi e concederà esplicita autorizzazione all’uso di esse.

Il sottoscrittore si fa carico della veridicità dei dati contenuti che, in caso di selezione, verranno utilizzati nei materiali di promozione e comunicazione del Festival (catalogo, sito internet, comunicazioni alla stampa, etc.)

Il presente regolamento viene sottoscritto e caricato, insieme agli allegati richiesti, sulla piattaforma FILMFREEWAY.COM

In caso di controversie è competente il Tribunale di Napoli.

I dati personali saranno trattati secondo quanto previsto dalla legge 31/12/1996 n° 675 e successive modificazioni e integrazioni.