CERIMONIA DI CHIUSURA DEL V FESTIVAL DEL CINEMA DEI DIRITTI UMANI DI NAPOLI
Si chiude sabato 17 novembre all’ex Asilo Filangieri la quinta edizione della kermesse di “cinema dalle gambe lunghe”.
SABATO 17 NOVEMBRE 2012 – dalle ore 18,00 Ex Asilo Filangieri (Vico G. Maffei, 4 a San Gregorio Armeno)

Tutti gli eventi sono gratuiti
——————————————————————————————————–
Serata dedicata alle premiazioni: si inizia con gli istituti scolastici protagonisti del concorso “La scuola per l’Europa, Diritti e Cinema”. Si proclamano poi i vincitori del Concorso Cinematografico.
Nel corso della serata, presentazione in anteprima del film “Il muro celato” con il regista Alessandro Derviso e gli attori Danilo Rovani e Mohamed Zouaoui.
Tra gli ospiti della cerimonia, i registi Giuseppe Carrieri e Roberto Orazi.
Si apre con la danza del gruppo “Studio 92″. Finale in musica con il tango del musicista italoargentino Diego Moreno.

——————————————————————————————————–
Dopo 12 giorni di incontri, dibattiti e proiezioni volge al termine la quinta edizione del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli, patrocinata dal Sindaco e dal Comune di Napoli. A ospitare la cerimonia di chiusura della kermesse sarà l’ex Asilo Filangieri, nel cuore della Napoli antica.

L’appuntamento avrà inizio alle ore 18,00 con le premiazioni degli Istituti Scolastici che hanno preso parte al concorso “La Scuola per l’Europa, Diritti e Cinema” patrocinato dal MIUR – Ufficio Scolastico Regionale per la Campania e dall’Assessorato all’Istruzione del Comune di Napoli. Ad aprire la serata sarà il gruppo “Studio 92″ con una performance di danza a cura della coreografa Alessandra Vacca. Interverranno poi Angela Orabona, Dirigente Polo della Qualità di Napoli del MIUR – USR Campania, rappresentanti dell’Assessorato all’Istruzione del Comune di Napoli, dirigenti scolastici, docenti e allievi delle oltre 30 scuole partecipanti al Concorso. Ospiti d’eccezione i registi Giuseppe Carrieri e Roberto Orazi, vincitori della scorsa edizione del Festival, rispettivamente con i film “La polvere” e “A mao e a luva – Storia di un trafficante di libri”. I due lavori sono stati oggetto di analisi da parte delle scuole partecipanti al Concorso per realizzarne locandine e schede critiche. Il tema scelto per il certame scolastico è stato “L’identità del territorio”, declinato in modalità diverse per le scuole primarie, secondarie di primo e di secondo grado. Per ciascuna categoria, saranno assegnati i premi alla Migliore Critica, alla Migliore Locandina e al Miglior Video. Gli studenti vincitori riceveranno in premio libri offerti da Tullio Pironti Editore e parteciperanno di diritto alla sezione Scuola del Faito Doc Festival 2013.

Seguirà poi la premiazione dei vincitori del Concorso Cinematografico che prevede le sezioni Human Rights Doc e Human Rights Short, la “Menzione Giovani” attribuita dalla Giuria composta dagli studenti universitari che hanno partecipato alle proiezioni e la “Menzione Speciale” dedicata alla memoria di Vittorio Arrigoni e Juliano Mer Khamis, assegnata dal Comitato Selezionatore del Festival all’opera più originale per il linguaggio e coraggiosa nel raccontare storie e situazioni di attivismo civile. Oltre cento sono state le opere pervenute. I vincitori avranno in premio la partecipazione alla XV edizione del Festival de Cine de Derechos Humanos de Buenos Aires del 2013. A giudicare i film, scelti dal Comitato di Selezione del Festival, sarà la Giuria Ufficiale composta dalla regista Antonietta De Lillo, dal giornalista Luca Rossomando, dalla direttrice della fotografia Francesca Amitrano, dal produttore Angelo Curti e da Florencia Santucho, direttrice Festival de Cine de Derechos Humanos de Buenos Aires. Oltre ai giurati interverranno rappresentanti degli Assessorati alla Cultura e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli.

Nel corso della serata sarà inoltre presentato il film “Il muro celato” con il regista Alessandro Derviso, il produttore Franco Galizia, gli attori Danilo Rovani e Mohamed Zouaoui, la segretaria di produzione Marica Morfini e la fotografa Anna Russo. La pellicola è una commedia drammatica che parte dalla questione razziale per poi spingersi verso tutte le forme di pregiudizio. Una storia drammatica e commuovente, con piccoli spazi di umorismo per condurre il pubblico su alcune importanti riflessioni.

La chiusura del Festival sarà poi affidata a uno showcase di Diego Moreno con il suo “TangoScugnizzo”, un “assaggio” dell’evento che “El Moreno” porterà il giorno successivo, domenica 18 novembre, al Teatro Trianon di Napoli. Lo spettacolo è un ponte ideale tra il capoluogo partenopeo e Buenos Aires a ritmo di tango. Diego Moreno eseguirà in anteprima alcuni brani che faranno parte del nuovo album in uscita durante il 2013 “NapolINTango. Ad accompagnare le sue note e aprire le danze saranno i ballerini Fernando Cabrera & Fortuna.
Nel foyer della sala teatro dell’ex Asilo Filangieri, in collaborazione con Masseria Giò Sole e AgriGiochiamo, sarà possibile degustare succhi di frutta esempio di autodeterminazione alimentare nel mondo della globalizzazione e conoscere le attività dedicate ai più giovani.

APPROFONDIMENTI
Alessandro Derviso
Regista emergente della Warner America dal 2004 al 2006,esordì con il lungometraggio “anime ribelli”. Autore, sceneggiatore e regista cinematografico
Mohamed Zouaoui
Vincitore del Globo d’oro 2011 come attore rivelazione nel film “i fiori di kirkuk”, ha interpretato numerosi al fianco di attori come: Amr Waked, Alessandro Gassman, Nadine Labaki, Kseniya Rappoport, Leo Gullotta, Giorgio Gobbi.
Danilo Rovani
Noto attore teatrale,interprete di numerosi film,fiction e spot televisivi. Icona del teatro partenopeo per i ruoli da “cattivo”
Franco Galizia
Direttore di produzione e socio fondatore della cooperativa cinematografica “sol del sur”
Diego Moreno
Si dedica al Tango argentino, personalizzandolo attraverso l’influenza della cultura italiana. I brani del suo nuovo lavoro sono stati scelti con un criterio acuto che vuole rispecchiare un momento importante di crescita e maturazione dell’artista italo-argentino.